Quali sono le aspettative dei tuoi allievi?

Prima o poi tutti perdono almeno uno studente, anche le scuole più fregne.

Il punto è conoscere la motivazione che lo ha portato fuori dalla tua associazione.
La vera motivazione.

Spesso le aspettative degli allievi non vengono soddisfatte perché all’inizio del percorso non c’è stata chiarezza sull’offerta, quindi se ne vanno senza dire nulla o costruendo scuse innocenti (lavoro, impegni, ecc.) solo perché si aspettavano altro e non hanno il coraggio di dirlo. Ci sta.
Il problema non è loro, è tuo.

Sai quali sono le aspettative dei tuoi allievi?

Non basta sapere le motivazioni preiscrizioni, perché 9 volte su 10 cambiano dopo la terza lezione, è importante sapere quali aspettative si formano durante il corso, sia nei confronti della didattica, sia nei confronti della scuola stessa, o anche degli insegnanti.
Cosa realmente si aspettano oggi, dopo uno, due, tre mesi/anni, cosa li spinge a tornare ogni settimana.

Ignorare chi va via perché “tanto è solo un allievo” genera un pericoloso virus: quell’allievo parlerà con i suoi compagni ed esporrà la sua esperienza agli altri, che a quel punto proveranno a capire e diventeranno più sensibili a tutti i segnali che la scuola lancia. Cercheranno di capire se la motivazione è personale dell’allievo andato o se esiste veramente un problema così grave da “risolvere” con l’interruzione del corso.

Sembra esagerato?
Non lo è.
Ricorda che ogni mese i tuoi allievi investono su di te e naturalmente vogliono che le loro aspettative siano soddisfatte.

Cosa fare per evitare situazioni simili?

Periodicamente indaga le aspettative dei tuoi allievi, non solo dimostrerai loro attenzione e cura, ma ti salverai da emorragie delle quali ignori le origini ma che, a lungo andare, ti creano vere e proprie voragini tra le classi.

By | 2019-04-29T10:07:39+00:00 aprile 29th, 2019|Scuole di improvvisazione, Scuole di recitazione|0 Comments

Leave A Comment